P1070705.jpg

Ospedale Pediatrico Orotta

Una nuova stanza degenza per la terapia intensiva

ANNO
ANNO

Dal 2019 ancora in corso per successivi ulteriori interventi in ampliamento del progetto iniziale 

DOVE
DOVE

Ospedale pediatrico di Orotta ad Asmara in Eritrea

ATTIVITA'
SVOLTE
ATTIVITA' SVOLTE

Ristrutturazione e arredo di una stanza degenza per la terapia intensiva con 4 posti letto e acquisto di un macchinario per la terapia intensiva.

Asmara (Eritrea) 
UNA NUOVA STANZA DEGENZA PER LA TERAPIA INTENSIVA NELL'OSPEDALE
PEDIATRICO DI OROTTA.

Descrizione dello Scenario

La salute dei bambini è una delle principali emergenze dell’Eritrea, così come di tutti i paesi in via di sviluppo. Le principali cause di mortalità infantile 0-5 anni in Eritrea e le principali ragioni per cui si ricorre alle strutture sanitarie sono polmonite, diarrea, malaria e malnutrizione, oltre alle cause neonatali (infezioni, nascite premature e sottopeso, asfissia al parto) che incidono per oltre un quarto (27%) sul totale della mortalità 0-5 anni (fonte Unicef).

 


L’Eritrea sta facendo grandi passi avanti nella lotta alla mortalità infantile, con una riduzione del 4% l’anno nell’ultimo decennio, grazie soprattutto al lavoro fatto dal Ministero della sanità sul controllo della malaria, la prevenzione delle malattie infettive con le vaccinazioni (90% di copertura, con l’eliminazione del morbillo), e ai miglioramenti nella prevenzione e nella cura delle principali malattie cause di morte di bambini.

Al fine di far fronte ai problemi di salute della moltitudine di bimbi che vivono in Eritrea abbiamo deciso di contribuire al progetto organizzato da "Annulliamo la distanza" che prevede una ristrutturazione  con interventi murari e di fornitura di attrezzature mediche, cominciando dal reparto di degenza B sito al primo piano dell’Ospedale Pediatrico Orotta ad Asmara.

Il progetto

Il progetto ha come obiettivo il miglioramento del livello qualitativo dei servizi di sanità pubblica in Eritrea attraverso opere di ristrutturazione ed edificazione di strutture sanitarie pediatriche e di fornitura di materiale medico. Il progetto mira a garantire ai bambini condizioni basilari di salute che, oltre a costituire un diritto, sono condizione indispensabile per iniziare a costruire una cultura di pace e non violenza, fondamentali per il futuro di questo paese. Tutto ciò deve passare attraverso un’opera di efficace diagnosi e cura, ma anche e soprattutto di prevenzione, educazione e informazione per le madri e più in generale per le famiglie.

Nello specifico, saranno implementate le seguenti attività:


1) Ristrutturazione del reparto B collocato al primo piano dell’Ospedale pediatrico Orotta con lavori di:
– Pittura dei muri interni ed esterni alla struttura
– Rifacimento del pavimento
– Rifacimento dei bagni
– Rifacimento del sistema elettrico


2) Fornitura di arredi, attrezzature mediche e materiale di consumo


3) Corsi di formazione per il personale infermieristico e sanitario al fine di acquisire competenze e conoscenze in ambito di assistenza pediatrica e organizzazione del lavoro secondo le più recenti Evidence Based Practice Nursing e le appropriate metodologie di lavoro.

Sviluppi del progetto

A gennaio 2020, il nostro partner AnlaDI ha firmato un Protocollo d’Intesa con il Ministero della Salute Eritreo e l’Amministrazione dell’Ospedale Pediatrico Orotta dove si sono delineate le reciproche responsabilità per la ristrutturazione del reparto B. Inoltre, sempre a gennaio 2020, è stato firmato un contratto con una compagnia edile locale, la SEGEN company, che si sta occupando dei lavori di ristrutturazione coadiuvati da un ingegnere locale e da un coordinatore locale assunti regolarmente da AnlaDi. Essi inviano settimanalmente resoconti dettagliati sull’andamento dei lavori. A febbraio, i primi lavori di demolizioni sono iniziati.

Sulla base delle necessità e sulla base della disponibilità locale di alcuni materiali, a fine marzo 2020, è stato inviato in Eritrea un container da 40 piedi contenente materiale edile, elettrico e meccanico irreperibile sul mercato locale per iniziare i lavori di ristrutturazione del reparto B. Il container conteneva altresì due lavatrici e i gas medicali. A maggio 2020, il container è arrivato ad Asmara, ma a causa del lockdown dichiarato dalle autorità eritree per emergenza coronavirus, i lavori sono stati bloccati e, solo nel mese di agosto 2020, SEGEN company ha potuto ricominciare a ritmo ridotto i lavori presso l’Ospedale Pediatrico Orotta. Nel frattempo, al fine di non perdere tempo prezioso, il 12 agosto 2020 è stato inviato un secondo container da 40 piedi contenente piastrelle, vernici, vetri, materiale meccanico, quadri elettrici e tubi per stazionare nel porto di Massawa per essere sdoganato.

Con l’aiuto di una volontaria AnlaDI specializzata in architettura d’interni, e con il supporto di un dirigente medico specializzato in pediatria, è stata successivamente stilata una lista di arredi e attrezzature mediche da acquistare per il reparto. A settembre, è stata pubblicata la gara in cui sono state invitate a partecipare quattro aziende specializzate in fornitura di arredi ospedalieri. Ad ottobre 2020, è stata aggiudicata la gara al migliore offerente per un ammontare di circa € 74.000. 

 

Un particolare ringraziamento va a Nicola Zanobini dell’Associazione Annulliamo la Distanza, caro amico della nostra ONLUS, e a tutti i volontari di AnlaDI che con il loro impegno e la loro passione ci permettono di contribuire al migliorarmento delle condizioni di vita di tanti bambini più sfortunati.

 

Come i nostri amici di AnlaDi ricordano sempre…“i bambini prima di tutto”

IN COLLABORAZIONE CON
logo annulliamo la distanza.jpg